• + 39 0775/392052 info@digitron-italia.it
  • versione inglese  versione tedesco  versione spagnolo

Manometro Differenziale

Manometro differenziale per la misurazione di piccole differenze di pressione nei controlli e applicazioni industriali: Serie PM

Manometro Differenziale con trasduttori di pressione

Manometro differenziale con trasduttori: cosa sono i Trasduttori di pressione
I trasduttori di pressione per i manometri differenziali sono strumenti di misura elettronica in grado di convertire la pressione applicata in un segnale elettrico, in tensione o in corrente, facilmente registrabile, trasmissibile ed elaborabile. Regolarmente, la pressione viene fatta agire su di una superficie opportuna, generando una forza che a sua volta produce la deformazione di un elemento elastico: questa risulta essere la variabile misurata, per ottenere la differenza di pressione rilevabile dallo strumento. Per la misura della deformazione per rilevare la pressione differenziale attraverso il manometro o della variazione della pressione sono possibili vari metodi:

  • trasduttori estensimetrici
  • capacitivi
  • induttivi
  • trasformatore differenziale
  • con effetto piezoelettrico con quarzo o semiconduttori

Questi vari metodi per rilevare la pressione differenziale influenzano sia la precisione, sia l’elettronica necessaria per l’alimentazione ed eventuale amplificazione, sia il costo del trasduttore e quindi il costo del manometro differenziale.
Il manometro differenziale digitale della seria PM20 (190,00 euro) e PM80 utilizza il trasduttore capacitivo.
Per costruire i trasduttori differenziali di tipo capacitivo bisogna considerare che debbono essere particolarmente sensibili a piccolissime differenze di pressione e che spesso vengono utilizzati per applicazioni industriali che hanno grandi valori di pressioni di linea. Nel caso del manometro differenziale della serie PM la progettazione della mambrana sensibile rileva il movimento generato dalla pressione e converte il segnale in corrente continua il proporzione alla sua sollecitazione.

Manometro differenziale digitale Serie PM con Trasduttori di pressione Capacitivi per il monitoraggio di basse pressioni differenziali anche in applicazioni HVAC


Una membrana sensibile costituisce l’armatura mobile di una capacità differenziale; il movimento viene convertito in un segnale in corrente continua proporzionale alla sua sollecitazione, questa risulta essere la variabile misurata.
Utilizzando i trasduttori capacitivi nel manometro differenziale digitale si eliminano gli errori di variazioni tra le gradazioni della scala per effetto della variazione di temperatura o la variazione del fluido per effetto della variazione di temperatura nei vecchi manometri differenziali non digitali

Manometro differenziale digitale: la misura della pressione differenziale è compensata in temperatura per ottenere letture precise: serie PM-80

IL manometro differenziale della serie PM20 è appositamente studiato per rispondere all’attuale richiesta di qualità e risparmio nel campo della professionalità HVAC. I manometri differenziali PM sono manometri a basso costo, realizzati appositamente per operatori tecnici; grazie al doppio connettore portagomma sono ideali per utilizzi gravosi nei test e regolazioni della pressione differenziale delle caldaie a gas.

I manometri differenzali dai noi commercializzati sono realizzati in plastica ABS, sono waterproof e forniti con guscio di gomma per garantire una maggiore protezione durante l’uso.

manometri differenziali digitali

I manometri differenziali digitali per applicazioni HVAC, possono essere posizionati con un magnete per una maggiore facilità d’utilizzo e il display LCD retro-illuminato permette la visualizzazione dei dati anche in condizioni di scarsa luminosità. I manomenri differenziali della serie PM sostituiscono i convenzionali manometri con tubo a U, fornendo una risposta rapida oltre che precisa, tutto ad un prezzo molto accessibile.

Il manometro differenziale PM20 riporta la misura di pressione espressa in mbar mentre il manomentro differenziale PM-80 dispone di un tasto per la selezione delle unità ingegneristiche (cfr. tabella).

Caratteristiche di base del manometro differenziale digitale per applicazione HVAC

  • Input differenziale – tubo portagomma da 8mm
  • Waterproof (protezione IP67)
  • Case robusto e guscio protettivo in gomma
  • Attacco magnetico
  • Funzioni: On-Hold-Off, Azzeramento
  • Display digitale retro-illuminato
  • Spegnimento automatico dopo 12 minuti
  • Range: 0 –130 mbar
  • Risoluzione 0.01 fino a 19.99 mbar, al di sopra autoswitch (commutazione automatica) con risoluzione a 0.1

Il manometro differenziale PM-80 si distingue dal manometro differenziale PM-20 ed ha queste caratteristiche in più per la misura della pressione differenziale:

  • Funzioni: On-Hold-Off, Azzeramento
  • 7 unità ingegneristihce selezionabili (kPa; in/H2O; mmH2O; inHg; mmHg, Psi)
  • Smoothing
manometro differenziale

CARATTERISTICHE TECNICHE DEL MANOMETRO DIFFERENZIALI DIGITALI

RANGE DI MISURA -10°C + 50°C/+14°F + 122°F (ambiente)
TIPO DI BATTERIA 2 “AA” (incluse)
DURATA BATTERIA 200 ore circa (display visualizza batteria scarica)
DISPLAY 12.7 mm/0.5” modello LCD
INDICATORE DI
FUORISCALA (LOW-HI)
Compare “Out” sul display
PROTEZIONE Waterproof (Protezione IP67 con tubo flessibile inserito)
SPEGNIMENTO AUTOMATICO A TEMPO Sì, dopo 12 minuti
DIMENSIONI 155 x 67 x 40 mm / 6.1 x 2.6 x 1.6”
PESO 180 gr / 6.4 oz (escluso guscio protettivo)
PRECISIONE -10+50°C: 0.2% valore misurato +0.2% fs + 1 digit
RISOLUZIONE 0.01 fino a 19.99 mbar / auto-range 0.1 fino 130 mbar



MODELLI DI MANOMETRI DIFFERENZIALI DIGITALI
PM-20 - mbar
PM-80 -7 unità selezionabili (kPa; in/H2O; mmH2O; inHg; mmHg, Psi)

Le applicazioni consigliate per l'utilizzo del manometro differenziale digitali sono:

  • la tecnologia di riscaldamento ventilazione e condizionamento
  • l'industria delle acque reflue
  • per i sistemi di controllo di processo industriale
  • per le verifiche sull'eventuale presenza di perdite
  • per l'analisi dei sistemi di distribuzione gas dove siamo Leader
  • centrali generiche di trattamento aria

Oltre al manometro differenziale digitale Pm20 e il più evoluto e performante Manometro differenziale PM80, con le sue molteplici unità ingegneristiche di misura della pressione differenziale (kPa; in/H2O; mmH2O; inHg; mmHg, Psi), sono disponibili anche una serie di manometri digitali differenziali, con vari range di misura della pressione e vi inviatiamo a visualizzarli cliccando QUI, dove troverete sicuramento lo strumento per la pressione differenziale che meglio si adatta alla vostra apllicazione industriale o al controllo che dovete effettuare durante il vostro processo produttivo.

Scarica il documento in PDF con le caratteristiche tecniche del manomentro digitale differenziale download scheda tecnica del manometro differenziale digitale

Oltre ai manometri differenziali digitali, sono disponibili per le vostre applicazioni di pressione differenziale anche:

Il Manometro differenziale: Informazioni generali su questi strumenti

Il manometro è uno strumento impiegato per la misurazione della pressione di un fluido liquido o gassoso a seconda della tipologia di sensore con membrana isolata o non isolata.
I manometri si suddividono in due macro categorie:

  • Manometri analogici o digitali
    per impianti fissi con attacchi filettati radiali o posteriori. Possono essere selezionati tra una enorme varietà di modelli, dimensioni, principi di funzionamento e classe di precisione per qualsiasi esigenza. Strumenti utilizzati per fornire una misura fisica e certa della pressione
  • Manometri differenziali
    portatili digitali, si tratta di strumenti elettronici che possono avere il sensore incorporato o con sensore esterno intercambiabile. Le versioni con sensore esterno consentono un’enorme flessibilità di utilizzo attraverso la scelta della tipologia di misura (pressione relative, pressione assoluta o pressione differenziale) e del campo di misurazione legato alla classe di precisione soddisfacendo tutte le esigenze. Strumenti utilizzati per misurare piccole differenze di pressione
I manometri possono misurare ben tre tipi di pressione:
  • La pressione relativa: dove la pressione misurata ambientale. viene sommata alla pressione barometrica
  • La pressione differenziale: è quella che calcola la differenza fra due pressioni misurate
  • La pressione assoluta: è misurata attraverso una camera a vuoto che corrisponde al punto zero di pressione assoluta (vuoto)
I manometri per pressione assoluta vengono utilizzati quando le pressioni misurate non dipendono dalle fluttuazioni naturali della pressione atmosferica. La pressione misurata è determinata rispetto a una pressione di riferimento, che corrisponde al punto zero di pressione assoluta (vuoto).
Per questo motivo la camera di riferimento viene completamente evacuata in modo che al suo interno ci sia un vuoto quasi perfetto. I campi di misura sono compresi tra 0 … 25 mbar assoluti e 0 … 25 bar assoluti, con classi di precisione da 0,6 a 2,5 %. Le applicazioni per questi strumenti di misura ad alta precisione sono, per esempio, il monitoraggio di pompe per vuoto e macchine per il confezionamento sottovuoto. Sono usati anche in laboratorio, per monitorare le pressioni di condensazione o per determinare la pressione di vaporizzazione di liquidi.

Storia dei manometri

La parola manometri deriva dal generico ed indica tutti quegli strumenti che permettono di misurare la pressione. Per misurare il “vuoto” delle pompe pneumatiche (cioè pressioni inferiori a quella atmosferica), i manometri più utilizzati sino alla fine dell’Ottocento erano una derivazione diretta dei barometri. Essi erano costituiti da tubi a U con un braccio chiuso e uno aperto, parzialmente riempiti di mercurio.
Nel XX secolo, per misurare vuoti più spinti, furono ideati strumenti basati su fenomeni molecolari.
Per usi industriali, invece, e per pressioni superiori a quella atmosferica, a partire dalla metà dell’Ottocento ebbero grande diffusione i manometri di Bourdon. In essi un tubo metallico appiattito e ricurvo, pieno del fluido la cui pressione deve essere misurata (aria, vapore, ecc.), viene collegato tramite un sistema meccanico ad una lancetta indicatrice. Una variazione di pressione del fluido altera la curvatura del tubo, modificando di conseguenza la posizione della lancetta.

Calibratura e certificazione per il manometro

I manometri differenziali hanno anche la possibilità di essere accompagnati da un certificato di calibratura. Si emette un documento con i dati della sua impresa e le tolleranze specifiche dello strumento testate da un laboratorio accreditato. Potrà cosi inserire lo strumento tra quelli utilizzati per il controllo della qualità oppure anche utilizzare lo strumento per certificare legalmente le sue misure.
Spiegazioni della calibratura e certificazione:
Calibratura manometro :
Controllo dell'esattezza delle grandezze misurate dal manometro senza intervento nel sistema di misura. Oppure: determinazione dello scarto sistematico dell'indicatore rispetto al valore reale della grandezza di misura.
Documento o certificato di calibratura del manometro:
documenta le proprietà tecniche del manometro corrispondente.
Intervallo di calibratura del manometro:
Per poter effettuare misure corrette nel tempo, il manometro deve essere controllato e/o calibrato periodicamente. Questo periodo di tempo si chiama intervallo di calibratura. Non si può determinare con precisione quando si deve ricalibrare il manometro.
Per poter fissare l'intervalloper la calibrazione del manometro bisogna considerare i seguenti parametri operativi:

  • Grandezza misurata e campo di tolleranza consentito dallo strumento
  • Utilizzo dei misuratori e degli strumenti di controllo
  • Frequenza di impiego del manometro
  • Condizioni ambientali di operatività del manometro differenziale
  • Stabilità della calibratura interna
  • Precisione della misura richiesta
  • Disposizioni relative al sistema di controllo della qualità nelle imprese

Concludendo possiamo affermare che il periodo tra due calibrature deve essere fissato e controllato alla fine dall'operatore stesso e dal utilizzo dello strumento stesso a secondo delle verifiche che dovete effettuare con lo strumento.

Scarica Scheda Tecnica Invia Mail per informazioni Consulta Manometri Digitali